Funghi chiodini trifolati

Pronto in

1h 20min

Preparazione

40 min

Cottura

40 min

Porzioni

3 persone

Costo

basso

difficoltà

basso

5/5

Fungi tritati soffritti

Funghi chiodini trifolati

I funghi chiodini trifolati sono una deliziosa ricetta a base di funghi freschi, preparati con olio, aglio e prezzemolo. La loro storia risale ai tempi antichi, quando i funghi erano considerati un cibo prezioso per le loro proprietà nutrizionali e medicinali. Nel Medioevo, i funghi venivano raccolti nei boschi e utilizzati in cucina come ingrediente principale in molti piatti. Con il passare del tempo, la cucina italiana ha sviluppato una grande varietà di ricette a base di funghi, tra cui i funghi chiodini trifolati. Nel Cilento, i chiodini sono particolarmente diffusi nei boschi durante l’autunno, stagione ideale per la loro raccolta, grazie alle abbondanti piogge si vedono spuntare su i tronchi o alberi secchi, specialmente nei punti più ombrati.

I funghi chiodini sono versatili e si prestano a tante ricette oltre che essere conservabili sott’olio. Una di queste è proprio il trifolato, una preparazione tipica della cucina cilentana. La cottura con aglio e prezzemolo esalta il sapore naturale dei funghi rendendoli un contorno delizioso per accompagnare formaggi, carni e cacciagione, specialmente se sono un po’ umide e salsate tipo il ragù cilentano, pollo alla cacciatora e cinghiale in umido. Inoltre, essendo una preparazione semplice e salutare, i funghi chiodini trifolati sono una scelta ideale anche per chi segue una dieta vegetariana o vegana. In sintesi i funghi chiodini trifolati sono una vera e propria istituzione nella cucina cilentana e italiana, una ricetta antica ma ancora molto apprezzata e utilizzata in tutto il mondo.

Ingredienti

  • 1 Kg funghi chiodini
  • 1 peperoncino
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 50 ml olio extravergine d’oliva
  • q.b.  sale e pepe

 

Seguici su

Istruzioni

Tagliate uno a uno i funghi dal ceppo, eliminate tutta la parte coriacea e il terriccio

funghi terriccio

chiodini acqua

Mettete i funghi in abbondante acqua e fateli stare in ammollo per 10 minuti girateli spesso, poi, toglieteli e cambiate l’acqua poi rimettete i funghi di nuovo. Fate questa operazione per 3 volte, in modo che, si tolga tutta la terra

Mettete la pentola con l’acqua e quando bolle calate i funghi

cottura funghi famigliola

funghi chiodini bollire

Fate bollire 5 minuti, da quando incomincia a uscire la schiuma, poi, toglieteli dall’acqua con una schiumarola

In una padella, fate soffriggere l’aglio e il peperoncino con l’olio
e il pepe

soffriggere aglio peperoncino

cottura funghi trifolati

Appena, dorato l’aglio toglietelo e poi, calate i funghi

su di un tagliere tritate il prezzemolo

trinciare prezzemolo boscaiola

prezzemolo funghi trifolati

Aggiungete il prezzemolo tritato, il sale e fate soffriggere 10 minuti, a fuoco vivo, rimestando spesso in modo che non si attaccano, spegnete e impiattate

Consigli

  1. Da un lavaggio all’altro, togliete prima i funghi, poi, buttate l’acqua, altrimenti, il terriccio e le impurità vanno a finire un’altra volta nei funghi. Fate la stessa cosa quando li dovete scolare dalla bollitura.

Conservazione

I chiodini trifolati si possono conservare 2 giorni in frigo e 2 mesi in congelatore.

Attrezzatura

  1. Pentola
  2. Schiumarola
  3. Padella
  4. Cucchiaio
  5. Coltello
  6. Ciotola grande
  7. Piatto
  8. Fornelli
  9. Tagliere
  10. Coltello trinciante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *